Mese: aprile 2014

Triplo bacon con la morte. Grazie.

Sono sul poggiolo del mio appartamento e fumo con incoscienza un sigaro che di cubano non ha nemmeno il timbro. Mi piace fare i nuvoloni di fumo denso, nient’altro. Sul tavolino è appoggiato il male del secolo: un computerino tascabile dal prezzo impronunciabile, oggigiorno chiamato erroneamente cellulare. È il mio segretario, il mio ricordo squillante,

Continua a leggere
2 commenti

500 €

Luogo. «Allontanarsi dalla linea gialla. Treno in transito al binario tre.» Il treno passa con ritmica presenza assecondando lo stridulo vociare della gente con un perfetto acuto di freni d’emergenza. “Perché l’ha fatto?” “Era più semplice spingere che saltare.” “Più semplice? Mi sta prendendo per il culo?” “No.” “Credi di diventare famoso? Credi che si

Continua a leggere