Mese: maggio 2014

C’ho n’idea, mo’ famo li sòrdi

Chi si scontra con il mondo della scrittura lo sa, ci sono più manoscritti nei comodini che Bibbie nei motel. A comandare la classifica dei popoli con il maggior numero di scrittori siamo proprio noi italiani. Nazione che scrive, riscrive e scrive ancora, ma se si tratta di leggere o quantomeno rileggere i propri scritti,

Continua a leggere

La merda a gl’irti colli

Che situazione del cazzo. Mi fa male la pancia.  Fa un male porco e non riesco a farmelo passare. Le vampate di sudore freddo mi smuovono la schiena. Sudo e mi sento ancora più vulnerabile, ma devo resistere. Non posso abbandonare questa cazzo di sedia. Ho la merda che mi bacia le mutande e non

Continua a leggere
nessun commento

Prepuzio: tira e strappa

Sono giorni che non mangio un pasto sano, non dico una pietanza cucinata a regola d’arte, ma nemmeno un piatto di pasta scotto con del sugo di pomodoro, una foglia di basilico e una grattugiata di grana. Panini, hamburger, pizza, falafel, patatine fritte e treni. Diciamo che i treni non li mangio, ma con la

Continua a leggere
nessun commento