Zoppico perché è tutto quello che mi è concesso

One comment

omertà

Scrivo una poesia perché se in questo momento dovessi scrivere un racconto ci sarebbero solo bip in sottofondo.

Passeggio

per le vie del paese natale

con mia madre che tiene il passo.

Al mio fianco il mio Bau.

Dolce, buono, bello assai.

Poi d’un tratto un bambino si spaurisce

vedendo il cane fargli le feste.

Tiro il cane a me.

Tutto passato?

Il padre arriva e da dietro vengo linciato

Mia madre, omertosa, non vuole vedere:

“Mi scusi padre violento,

ci dispiace per lo spavento”

Io la giustizia vorrei invocare

ma non mi resta che zoppicare,

la gamba blu tenere.

E ancora una volta vedere

la giustizia non fare il suo corso.

1 comments on “Zoppico perché è tutto quello che mi è concesso”

  1. Mi spiace caro per il molesto incontro sigh … spero che stia meglio ora … meglio star lontano dal tuo paese natia, se passeggiando col cane tu rischi il linciaggio!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.