Volere l’Apocalisse

nessun commento

Il mondo post apocalittico ha un fascino indescrivibile. Lo ha per me. Credo si possa capire molto di una persona da quanto timore ha verso l’estinzione del genere umano come oggi lo conosciamo in favore di mutaforma scardinati dai concetti di una società moderna contemporanea. Ci sono giorni che vorrei vivere in quel contesto, al limite della sopravvivenza: i fasti di un’epoca di scellerata egemonia umana si sgretoleranno in naturale brutalità. Un mondo in cui chi ha fame farà di tutto per placare il proprio appetito e nel quale i soldi non saranno un’unità di misura così preziosa quanto l’acqua. Un’esistenza in cui i rapporti sociali sono sovvertiti, le persone lasceranno spazio all’individuo e nel caos più totale, tra follie personalistiche e di clan più o meno grandi, nascerà una nuova società. È quel caos che ha valore. Un caotico tutto, un vulcano in eruzione, una Terra primordiale. A giorni è lì che vorrei stare, lì, in quell’apparente fine del tutto, a lottare per un futuro migliore da lasciare ai posteri.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.