Autore: Olkop

Ce la farò il 30 Febbraio

L’anonimo giorno di un mese perduto in un anno qualsiasi della storia dell’umanità, un cosiddetto medico costringe un innocente feto alla nascita. Dopo nove mesi di resistenza il piccolo infante cede alle pressioni esterne, soffocato da un totalitarismo globale imperante che ne pretende l’avvento, pronto ad assoggettarlo al proprio volere, costringendolo a estenuanti rituali per

Continua a leggere
nessun commento

C’è culo e culo, dannato giornalista

Sarò pure una cattiva persona, però certe volte mi si istiga. Ci sono giornate in cui bisognerebbe stare a letto e non muoversi. Al limite è concesso andare al bagno a pulirsi la mano dallo sperma, perchè masturbarsi con il preservativo è peccato di gola che si deve commettere un’unica volta, per il solo gusto

Continua a leggere
nessun commento

Al limitar del bosco, vomito

    « … »  = Pensieri “…”     = Dialogo     «Dunque… sono qui. Sono qui che scrivo e scrivo perchè non posso parlare. É no; non posso proprio. Non è che non sia in grado di farlo, ma proprio non mi è permesso per via di una scommessa. Una di quelle

Continua a leggere
nessun commento

Orfani – Dubbi sulle nuove generazioni

“È colpa sua mi capisce?” “M.” “Se non fosse stato per il suo comportamento ora io e mia figlia avremmo un rapporto sano e sincero di pura complicità femminile. Ma lui ha dovuto fare di testa sua. Ha dovuto seguire il suo istinto. Ha voluto una puttana più giovane. “ “M.”

nessun commento

Ende

Ogni paese ha il suo personale pazzo. A Deen, isolato paesello nordico situato in una piccola valle posta all’incrocio di quattro catene montuose, sono quasi tutti pazzi. Diciamo che l’essere soli a decine e decine di chilometri da altri centri abitati influisce non poco sul rendimento cerebrale. 

nessun commento

Verme

Sono giorni che mi alzo privo di spina dorsale, anche se a ben pensare ho alle spalle un’esistenza che potrebbe giurare di avermi visto nascere vermiforme. Sono più verme del solito. Mi libero delle coperte e avanzo nella nebbia oculare fino in cucina, alla ricerca di un tozzo di pane per rimpinzarmi lo stomaco. Questo

Continua a leggere
One comment

Padova A.P. 13

“Sono per la combustione, quella vecchia, che ha fatto la storia. Del tabacco, dico. Fumo solo tabacco arrotolato. Oggi il tabacco è merce assai cara per quello che vale. Non vale un cazzo, di per sé; però costa. Fumo la vecchia combustione. La fiamma, il calore; il suono del fuoco sul tabacco fresco e quell’odore

Continua a leggere
nessun commento